UNA RETE SEMPRE INTEGRATA TRA GLI INDIVIDUI E LE COSE

In occasione del “Mese del Benessere Psicologico”, promosso dall’Ordine degli Psicologi della Regione Puglia, lo scorso 20 ottobre nella sede di Ariete si è tenuto il seminario “Stress lavoro-correlato, approfondimento del rischio e strumenti per fronteggiarlo”, coordinato dal dott. Armenise e alla presenza del Presidente dell’Ordine degli psicologi, il dott. Di Gioia.

Con l’entrata in vigore del “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro” l’attenzione si sposta da una valutazione più generale dei rischi psicosociali (intesi come stress, mobbing e burnout) alla valutazione più specifica e di base dello stress lavoro-correlato ossia quello stato di malessere “che si manifesta con sintomi fisici, psichici o sociali, legati all’incapacità delle persone di colmare uno scarto tra i loro bisogni e le loro aspettative e la loro attività lavorativa”.

Un concetto moderno di rischio sul lavoro che si allarga sino a comprenderne la portata sul benessere psicofisico e sull’integrità complessiva della persona e i cosiddetti “nuovi rischi” o “rischi emergenti”, come definito dall’Organizzazione Internazionale del lavorogià nel 1986.

«Gestire lo stress lavoro-correlato e diventare più consapevoli dei propri comportamenti è il punto di partenza per migliorare la qualità della vita familiare e sostenere nel tempo le condizioni socio-psicologiche, nella prospettiva di un miglioramento/mantenimento delle possibilità di benessere psicologico» ha affermato il dott. Armenise ai soci e ai dipendenti del Gruppo Ariete,  che hanno partecipato al primo degli appuntamenti che compongono il ciclo de “I seminari in azienda”.

«Da tempo il nostro focus non è solo orientato agli obiettivi che caratterizzano la mission aziendale ma abbiamo cura di creare un ambiente lavorativo sempre più stimolante, basato sulla crescita e uno sviluppo people-oriented»: il Presidente di Ariete, Angelo Disabato, ne è fermamente convinto.