UNA RETE SEMPRE INTEGRATA TRA GLI INDIVIDUI E LE COSE

“Mettete un fiore nei vostri giardini pubblici” è il titolo della iniziativa promossa e organizzata per sabato pomeriggio, alle 17, dalla Associazione “L’Isola che non c’è”  di Latiano in collaborazione con la Coperativa Ariete del Comune che metterà a dimora alcune piantine fiorite in una aiuola dei Giardini pubblici di via Roma. Alla iniziativa ha assicurato la sua partecipazione anche il sindaco Mino Maiorano.

«In vista dell’evento – si legge nel comunicato dell’Associazione – aperto a tutti i cittadini e in particolare ai bambini e alunni delle scuole Elementari e Medie (il parco è adiacente la scuola primaria Filippo Errico) gli addetti della cooperativa già nella giornata di domani prepareranno il terreno di una aiuola all’entrata dei giardini che accoglierà le 20 piantine donate per l’occasione da un fioraio del paese e componente della Associazione”. 

«Tutti coloro che vorranno partecipare a questa festa – si legge sulla pagina Facebook dell’Associazione – potranno acquistare presso il negozio di fiori in via Roma piantine ad un prezzo simbolico di due euro. Le maestranze della cooperativa Ariete presenti sul posto aiuteranno i cittadini nelle operazioni”.
Nelle settimane successive la stessa iniziativa sarà replicata in altri parchi del nostro comune.

Nella stessa giornata di sabato verranno messe a dimora una decina di alberelli – donati dal direttore della cooperativa Ariete, Gabriele Bruno e dal presidente del Circolo Tennis, Fernando Miglietta – nel parco della 167 adiacente la piscina. Lo stesso spazio verde qualche mese fa la stessa associazione aveva provveduto a bonificarlo dalle erbacce grazie alla disponibilità di un giovane imprenditore imprenditore agricolo che fa parte della associazione. In quello stesso spazio nelle intenzioni della Associazione vi sarebbe la possibilità di impiantare una altalena da acquistare con le somme residue della vendita del vino donato da una azienda vinicola e utilizzate in parte per la ristrutturazione della palestra della scuola Benedetto Croce”.